intervallo

Duo Mariachi feat. LaPalacinca

trio

Manolo si è fatto crescere la barba e, visto che c’era, anche i capelli. Assomiglia in modo impressionante a Drugo del grande Lebowski. Si muove elastico. Smania in attesa di nuove rotte, fa manutenzione alla barca e si sente el mariachi.

Manolito è cresciuto parecchio, lievitato. Preferisce le camicie. Ne cambia un paio al giorno, povera me, e le indossa pure sgualcite. Anche lui smania mentre aspetta la fine della scuola e degli esami. Sta scrivendo un romanzo e, talvolta, ascolta musica mariachi.

Li osservo, padre e figlio, ed è come se assistessi a uno spettacolo. Musical, tragedia greca, commedia vernacolare, neorealismo testosteronico; di tutto un po’.

Le situazioni normali con loro diventano esperienze surreali.

Stiamo per uscire di casa, non esattamente in orario, e ci aspettano. Incito l’equipaggio al rush. Mentre Manolito mi guarda come se parlassi una lingua inventata,  El Grande Manolo divarica le gambe, flette appena le ginocchia, porta le mani strette a pugno all’altezza dei fianchi e, ancheggiando in maniera imbarazzante, intona di petto un sonoro “Gran Calmaaaa”.

Hay hay, Mariachi! Te lo do io Gran Calmaaa!  Musica, maestro…Tanto c’è margine.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...